Header Image

Facile da usare: applicare il cerotto sulla zona dolorosa - rinovarlo 2 volte al giorno. Flector EP Tissugel funziona attraverso applicazione locale abbastanza rapidamente e nel posto giusto.

Applicazione di Flector EP Tissugel

Ogni imballaggio di Flector EP Tissugel contiene 1 (imballaggio da 5 pezzi) o 2 (imballaggio da 10 pezzi) buste in foglio d’alluminio contenenti 5 plaster e una rete tubolare per meglio  fissare il plaster. Per l’utilizzo di breve durata esiste anche un imballaggio di soli 2 plaster.

 

Le buste in foglio d’alluminio sono provviste di una chiusura per evitare il disseccamento dei plaster. Una volta aperto il plaster può cosi essere conservato nell’imballaggio originale per almeno 3 mesi. Prima dell’applicazione bisogna togliere la pellicola protettiva ricoprente lo strato di gel. Il tissugel è autoadesivo e si adatta alla superficie corporea.

Gel versus plaster

Mentre che un gel deve essere applicato più volte al giorno (da 4 a 6 volte), Flector EP Tissugel deve essere applicato solamente due volte al giorno, in generale alla mattina e alla sera. Con Flector EP Tissugel i massaggi con i gel appartengono quindi al passato. La terapia dovrebbe quindi essere anche più facile durante la giornata di lavoro, visto che non bisogna attendere affinché il gel sia penetrato nella pelle. Inoltre, l’azione del Flector EP Tissugel s’estende anche durante la notte fintanto che resta applicato.

I vantaggi del plaster

L’impressione che gli anti-infiammatori orali siano più rapidi nella loro azione, rispetto a alle applicazioni locali e che dunque gli anti-infiammatori locali abbiano un’azione più lenta è popolare. In realtà l’azione delle forme orali non è cosi rapida. Se si considera che la sostanza attiva deve essere distribuita nell’organismo, prima di agire a livello locale, l’effetto viene risentito solo dopo 1-2 ore. Gli anti-infiammatori locali, come il Flector EP Tissugel liberano invece la sostanza direttamente nel sito dolente e infiammato. L’azione si risente circa dopo 1 ora.

I gel con i FANS (farmaci anti-infiammtori non-steroidei) esistono da molto tempo e sono ben conosciuti per la loro azione locale contro dolori e infiammazioni. Il problema più grande di un’applicazione locale con un gel è di far passare la sostanza attiva attraverso lo strato corneo, che è la barriera naturale della pelle. Per essere efficace la sostanza attiva deve innanzitutto trapassare questa barriera per agire nel tessuto infiammato. Gli eccipienti contenuti nei gel e il massaggio sulla pelle aiutano a far penetrare la sostanza attiva attraverso la pelle.

L’applicazione di un gel sotto uno strato occludente (cataplasma) è un ulteriore possibilità per fare penetrare la sostanza attiva attraverso la pelle. Il principio del cataplasma è conosciuto da centinaia di anni soprattutto nei paesi asiatici.